Durante una verifica fiscale si può aprire una borsa senza autorizzazione della Procura?

Serve il provvedimento del Giudice solo per il caso di apertura coattiva.

Scarica documento/sentenza

L'articolo 52 del Dpr 633/72 al terzo comma prevede che è in ogni caso necessaria l'autorizzazione del procuratore della Repubblica o dell'autorità giudiziaria più vicina per procedere, durante l'accesso, a perquisizioni personali e all'apertura coattiva di pieghi sigillati, borse, casseforti, mobili, ripostigli e simili e per l'esame di documenti.

I giudici di legittimità sul punto hanno innanzitutto affermato che per l'apertura di borse, secondo quanto previsto dalla norma, è richiesta l'autorizzazione del procuratore della Repubblica solo nel caso di apertura coattiva. Ne consegue che non è necessaria quando l'attività di ricerca si svolga con la collaborazione del contribuente. Nella specie, doveva ritenersi legittima l'acquisizione della documentazione custodita all'interno di una borsa poiché un dipendente dell'impresa aveva consentito l'apertura senza sollevare alcuna contestazione.

Newsletter

Vuoi ricevere ogni giorno nella tua casella e-mail l'ultima sentenza della Corte Suprema di Cassazione della disciplina prescelta?

Cliccando su "Iscriviti" accetti di ricevere la newsletter giornaliera del nostro sito. Indicando la disciplina, riceverai unicamente notizie relative alla disciplina selezionata.

Potrai disiscriverti in ogni momento tramite un link presente in ciascuna newsletter che ti invieremo.

Social network

Dove siamo